Fuoristrada

Caracciolo e Roncacci restano leader del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale

 

Al termine dell’emozionante Granfondo Mare e Monti resta tutto invariato in cima alla classifica del Circuito, che riprendera’ dal 1 giugno

 

La terza prova del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale, la Granfondo Mare e Monti Civitavecchia, e’ stata una gara decisamente emozionate, incerta fino agli ultimi chilometri e risolta con il tocco di classe di un grande corridore. Il successo, sul percorso di 45 km, e’ infatti andato a Mirco Balducci (Team Galluzzi Acqua & Sapone), che ottiene la sua seconda vittoria personale dopo il trionfo nella prima tappa del Circuito, all’Argentario. Tra le donne la vittoria e’ invece andata a Maria Adele Tuia (Servetto-Footon), ma c’e’ stata anche un’ottima prova di Mariangela Roncacci (Mtb Santa Marinella), la quale, grazie al secondo posto, riesce a conservare la maglia di leader del Circuito.

La leadership del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale resta invariata anche tra gli uomini, con Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni) che rimane in testa nella classifica generale.

La Granfondo Mare e Monti Civitavecchia ha fatto registrare circa 300 partenti e un’organizzazione impeccabile, come sottolinea Sergio Castignani, presidente del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale: “La gara di Civitavecchia e’ molto giovane, in quanto questa e’ stata la seconda edizione, ma l’organizzazione e’ stata davvero ottima. Abbiamo assistito ad una gara di qualita’, con tantissimi nomi importanti al via e con un risultato incerto fino agli ultimi chilometri”.

Archiviata la prima parte dell’edizione 2014, le ultime tre prove del Circuito si divideranno tra i mesi di giugno e di luglio. 

Calendario - Le prossime tappe del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale sono le seguenti: 

- 01 Giugno 2014 Marathon Montefogliano - Cura di Vetralla (VT);
- 22 Giugno 2014 Granfondo Selva della Roccaccia - Tarquinia (VT);
- 27 Luglio 2014 Granfondo Est! Est!! Est!!! - Montefiascone (VT)

Sponsor - La dimostrazione della grande crescita che in questi anni ha avuto il circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale e' testimoniata dal fatto che sponsor di grande rilevanza hanno voluto sostenere l'edizione 2014. Fondamentale e' il sostegno che la manifestazione ha avuto da Blue Advisory, un team di promotori finanziari specializzati nel consigliare e seguire nel tempo i propri clienti nelle loro scelte in materia di investimenti e previdenza, che e' il main sponsor del Circuito.
Ufficiale anche la partnership con Torpado: la nota casa italiana di biciclette di tutte le gamme e modelli, mette a disposizione il telaio da MTB Nearco Alloy (1800 grammi) che verra' estratto durante la premiazione finale 2014 tra tutti gli atleti amatori che hanno sottoscritto l'abbonamento alle 6 prove che compongono il Circuito 2014. Anche l'azienda alimentare Colocci ha deciso di essere vicino a questa manifestazione, cosi' come molto importante e' anche il sostegno degli sponsor tecnici, ParentiniMavic Wd40.
 
Carlo Gugliotta

FONTE: Ufficio Stampa Circuito Mtb Maremma Tosco Laziale

Leggi tutto...

CS Mountain Bike: novità e alcuni atti deplorevoli lungo alcuni tratti di percorso della MARATHON DEI COLLI ALBANI-LA VIA SACRA

 

Marathon Colli Albani-La Via Sacra tra novità e atti deplorevoli lungo alcuni tratti di percorso

 

 

Il Biciclo Team New Limits vuole ancora fare le cose in grande per la Marathon dei Colli Albani La Via Sacra, prova di Marathon Lazio-Ciclopromo Components e dei Sentieri del Sole e dei Sapori, in programma domenica 11 maggio, che richiamerà ancora ai Castelli Romani un grande numero di bikers pronti a cimentarsi e a dare spettacolo sui quattro percorsi in programma: 81 chilometri la marathon, 55 chilometri la point to point, 39,5 chilometri short e 29,5 chilometri l’escursionistico.

 

A collaborare con la società organizzatrice sono le amministrazioni comunali di Nemi, Rocca di Papa, Velletri e Lariano che stanno provvedendo a mettere a punto ogni dettaglio in modo da garantire ai partecipanti e agli sportivi presenti la massima godibilità della grande giornata che si prospetta nell’evento valevole anche per l’assegnazione delle maglie regionali FCI Lazio della specialità marathon.

 

Non è la prima volta che alcune zone interessate dal percorso vengano prese di mira da parte di ignoti: gli organizzatori si sono rivolti ai carabinieri per denunciare la sottrazione di due cartelli di pericolo in un tratto molto delicato del percorso. Ciò espone a rischi maggiori di caduta i bikers che, senza segnaletica, possono essere indotti a pensare che sul tracciato non vi sia alcuna difficoltà. Gli organizzatori stanno facendo di tutto per evitare qualsiasi spiacevole episodio, in maniera deplorevole e scellerata, che rovini l’immagine di una manifestazione ciclistica e di uno dei più bei posti dei Castelli Romani a dimostrazione che l’inciviltà e mancanza di rispetto verso la natura sono duri a morire (ulteriori approfondimenti al link http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=10337&red=1&arg=3)

 

Al contrario, i commenti di chi l’ha provato recentemente sono positivi ed unanimi sulla bellezza anche alla luce delle novità previste per questa edizione: a cominciare dalla logistica che è stata ottimizzata con le aree di parcheggio individuate anche grazie ai privati quali l'agriturismo Iacchelli, i Vivai del Lazio, l'Hotel Artemisio che hanno dato la propria disponibilità, al Campo sportivo di Nemi e a Via delle Colombe che sarà chiusa al transito in discesa verso Nemi. Le navette della Schiaffini eseguiranno un anello che collegherà le varie zone visibili nella pianta allegata. 

 

Da sabato 10 maggio a partire dalla 15:00 fino alle 19:30 sarà possibile ritirare i pacchi presso I Vivai del Lazio al chilometro 13,9 della Via dei Laghi mentre la domenica mattina dalle ore 7:20 fino alle ore 8:50 presso il Castello Ruspoli a Nemi. Si entrerà nelle griglie dalle 8:50 alle 9:20 e i ritardatari saranno inseriti in fondo al gruppo.

 

il via sarà dato alle ore 9:30  mentre il dopo gara sarà tutta concentrato all’interno dell'area I Vivai del Lazio. In questa area potranno posizionarsi anche gli stand dei Team al costo di 10 euro per un gazebo 3x3 ed un mezzo massimo 2,5x5. Il costo salirà in base alla richiesta dello spazio da dedicare un 6x3+mezzo + mezzo max 2,5x5 15 euro e così via.

 

Il sabato sarà possibile, invece, montare i solo gazebi al costo di 5 euro e parcheggiare i mezzi in uno degli altri parcheggi disposti nei dintorni. In questa area, dove sarà concentrato il pasta party, le premiazioni delle categorie, le docce a cura dell'Azzurra Docce e gli altri servizi, potranno parcheggiare al massimo 100 auto al costo di 2 euro. L'organizzazione chiuderà il cancello e lascerà aperto solo il passaggio pedonale raggiunta questa quota.

 

Gli altri parcheggi liberi sono indicati in pianta. All’interno delle aree team si potranno montare gratuitamente i propri stand anche in quelle dedicate su Piazza Roma nel paese di Nemi.

 

Contro gli eventuali tagli di percorso, il non rilevamento nei controlli preposti dall'organizzazione con i giudici federali e la Kronoservice comporterà la squalifica a prescindere dalle proteste mentre non sarà garantita assistenza al di fuori del percorso segnalato.

 

 

Nicola Freddii

 

Luca Alò

FONTE: COMUNICATO STAMPA

Leggi tutto...

Giro di prova per la 24h del Drago

 

Il 24 maggio sarà possibile testare il circuito sul quale si svolgerà la gara di endurance del 5 e 6 luglio

 

La 24h del Drago inizia a scaldare i motori: l’Ad Dragobike, società organizzatrice dell’evento che si disputerà a Stroncone (Tr) il 5 e 6 luglio 2014. E’ prevista infatti una prova percorso del circuito che i bikers dovranno affrontare: la ricognizione si terrà il 24 maggio con ritrovo alle ore 10:30 presso i Prati di Stroncone.

Dopo la prova del tracciato ci sarà la possibilità per tutti di pranzare con un menù tipico a prezzo turistico. Le prenotazioni per il pranzo possono essere effettuate chiamando il 333 4196343.

Il circuito sul quale si snoda la 24h del Drago è lungo circa 6 km e ogni tornata presenta 45 mt di dislivello: il tutto è composto da lunghi tratti in pianura, single track, piccoli tratti tecnici e una vasta zona cambio dal quale si raggiunge facilmente sia l'area camper che l'area servizi (docce e pasta party).

Per iscriversi alla gara è possibile inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il 339-5273945.

FONTE: COMUNICATO STAMPA

Leggi tutto...

Paolo Laureti vola in america per partecipare alla gara in bici piu' lunga e dura al mondo

6800km e 65000mt di dislivello positivo dal Pacifico all'Atlantico,,,,

sono questi i numeri della prossima Trans Am Bike Race! 

 

Una gara no stop e senza supporto a cui Paolo Laureti partecipera' il prossimo 7 Giugno 2014,

con partenza da Astoria (Oregon) ed arrivo a Yorktown (Virginia) dopo aver passato 10 Stati coast to coast

 

 Ad oggi sono circa 100 i partecipanti da oltre 20 Nazioni e chi arrivera' nel minor tempo possibile a Yorktown sara' in vincitore

della TABR!

A questa partecipazione Paolo ha deciso, insieme con Giorgio Murari (altro partecipante a questa gara), di legare un progetto di solidarieta'

a favore dell' Associazione Italiana Sindrome di Shwachman; 

Il progetto si chiama One mission One Dream "Cure for a Future":

 

One Mission -> aiutare i bambini affetti dalla Sindrome di Shwachman,  

una malattia genetica che colpisce diverse parti del corpo ed in particolare midollo osseo, pancreas e sistema osseo.

 

One Dream -> Paolo Laureti e Giorgio Murari saranno in gara attraverso gli Stati Uniti da Astoria a Yorktown nella Trans AM Bike Race , 

condividendo pero’ un messaggio comune “Cura e Ricerca per un futuro”;

 e sensibilizzando un raccolta di donazioni per l’associazione italiana per la Sindrome di Shwachman. 

Purtroppo ad oggi non c’è una cura ed un futuro per questi bambini!

 

Al seguente link ci sono tutte le info relative al progettohttp://www.onemission-onedream.com/ ed ulteriori info sono disponibili su

Website: http://www.paololaureti.com 

Twitter: http://twitter.com/andrea19801

FB: http://www.facebook.com/paololauretiULTRA

 FB: http://www.facebook.com/onemissiononedream

 

Seguiamo Paolo e Giorgio in questa sfida che partirà il prossimo Giugno dal sito istituzionale,

 

 e sosteniamo One Mission One Dream!

Leggi tutto...

A FRANCESCO CASAGRANDE LA GRANFONDO COSTA DEGLI ETRUSCHI

Quella che molti hanno definito la Marathon del Tirreno si è decisa sulla salita di Montescudaio quando sono scattati Casagrande e Arias Cuervo. Alla fine ha avuto la meglio il toscano.

Marina di Cecina (Livorno) - Dopo un mese di stop è ripartito il circuito Coppa Toscana Mtb con la 16esima edizione della GF Costa degli Etruschi, a cura del MTB Club Cecina, la gara odierna oltre ad essere la terza tappa del circuito toscano era valevole pure per il Prestigio

Sulla salita di Montescudaio scattava Francesco Casagrande e solo il colombiano Arias Cuervo rimaneva alla sua ruota, da lì i due sono andati a giocarsi la vittoria fino a pochi chilometri dall'arrivo dove ha trionfato il portacolori della Cicli Taddei. Il terzo gradino del podio va a Roberto Crisi. Tra le donne assolo della campionessa italiana marathon in carica Elena Gaddoni.

Il via è stato dalle alle ore 10 dal corso Matteotti di Cecina e sono stati 900 i bikers a prendervi parte, tra cui il Team KTM Protek Torrevilla, l'ex pro Casagrande, il reatino portacolori della Kento Roberto Crisi, il colombiano Rincon Rodriguez (Scapin Factory Team), i team toscani Ciclissimo e Scott Pasquini. Tra le donne la favorita era la vincitrice della scorsa edizione Elena Gaddoni, presenti le due ragazze di patron Nunzio Avventura Mara Fumagalli e Stefania Zanasca, e la leader del circuito Pamela Rinaldi.

Un percorso quello in programma quest'oggi di 75 chilometri con un dislivello di 1600 metri, sostanzialmente invariato rispetto alla passata edizione. Dopo il via ed i primi chilometri in asfalto la gara si dirigeva verso Ortacavoli e qui dopo trentacinque minuti di corsa al comando c'era un gruppo di una ventina di corridori tirato dal professionista Mirko Selvaggi comprendente tutti i migliori tra cui Casagrande, i colombiani Arias Cuervo e Botero Salazar, Crisi, Tassini, Rinaldini e via via tutti gli altri.

La corsa proseguiva fino al paese di Montescudaio e qui al 20° chilometro avveniva lo scatto del portacolori della Cicli Taddei Francesco Casagrande e solo Arias manteneva la sua ruota.

Al passaggio da Casale Marittimo, dopo un'ora e dieci di gara, la testa della corsa era formata dalla coppia Arias-Casagrande, dietro di loro a trenta secondi Roberto Rinaldini (Scott Pasquini Stella Azzurra) seguito da Roberto Crisi, in quinta posizione D'anneo. Più indietro un altro portacolori del Torrevilla Botero Salazar, poi la coppia della Scapin Gabriele Giuntoli-Rincon Rodriguez Marco Aurelio, Simone Tassini (ASD Cavallino), Vega Burzi (Cicli Taddei) e Lorenzo Pellegrini (Maggi); ancora più staccati Riccardo Poggiali (ASD Cavallino), Daniele Lancioni (Parkpre Giordana) e Mario Bellucci (Ciclissimo). Al comando per quanto riguarda la gara femminile, qui transitava la campionessa italiana Elena Gaddoni (FRM Factory Team).

La corsa proseguiva e trascorse due ore dalla partenza e ai meno quindici dal traguardo erano ancora in due al comando, Arias Cuervo Diego Alfonso e Francesco Casagrande, dopo quattro minuti transita un'altra coppia  quella formata da Roberto Crisi e Roberto Rinaldini, a trenta secondi da loro il colombiano Botero Salazar. Molto più indietro Burzi e Pellegrini, poi ancora Tassini e Rincon Rodriguez. Elena Gaddoni, invece, comandava ancora la corsa femminile con un notevole vantaggio sulle altre.

 

La lotta per il podio se la giocavano in due e così dopo due ore e quarantuno minuti era il fiorentino Casagrande a giungere solitario al traguardo posto di fronte al campeggio Le Tamerici a Marina di Cecina, il secondo gradino del podio se lo aggiudicava con trenta secondi di ritardo il colombiano Arias Cuervo. A quasi quattro minuti di distacco dal vincitore completava il podio maschile Roberto Crisi su Rinaldini, in quinta posizione Botero Salazar.

 

Elena Gaddoni vinceva per il secondo anno consecutivo la GF Costa degli Etruschi con un tempo di tre ore e tredici, la seconda è stata Mara Fumagalli a quasi dieci minuti dalla vincitrice e completava il podio la toscana Pamela Rinaldi.

 

 

Le parole dei protagonisti:

 

Casagrande Francesco: "Ho provato ad allungare sul gruppo a Montescudaio e con me è rimasto Arias, da lì abbiamo fatto tutta la gara insieme. Sul cavalcavia in prossimità del traguardo ho provato ad avvantaggiarmi sul colombiano per non arrivare in volata e mi è andata bene. Domenica prossima correrò la Da piazza a piazza e poi la Capoliveri Legend Cup".

 

Arias Cuervo Diego Alfonso: "Sullo strappo di Montescudaio Casagrande ha allungato ed io gli sono andato dietro. Rinaldini era dietro di noi ma perdeva contatto e così siamo andati io e Casagrande di comune accordo fino al traguardo, abbiamo fatto un buon ritmo ma nel finale ero stanco e così mi sono dovuto accontentare della seconda posizione quest'oggi".

 

Crisi Roberto: "Oggi è andata bene, fino al ventesimo chilometro ero con Casagrande e Arias, davanti a me poi avevo sempre Rinaldini che ho ripreso alla fine dell'ultima discesa. Da lì sono rimasto assieme a lui ma ho quasi sempre tirato io, fino ad arrivare all'arrivo. Avevo corso giovedì nel Lazio ed ero arrivato secondo, oggi terzo... questo mi fa ben sperare per me e la condizione che sta crescendo. Domenica correrò ai Colli Albani e poi sarò di nuovo in Toscana per la Capolivei Legend Cup".

 

Gaddoni Elena: "Oggi ho fatto tutta la gara in solitaria, peccato per il fango soprattutto in discesa ma avendo un notevole vantaggio sulle mie avversarie ho preferito andare cauta e non rischiare nulla. Proseguirò col Marathon Tour e poi punto a confermare la maglia tricolore ai campionati italiani in programma a giugno".

 

La prossima tappa del circuito Coppa Toscana si terrà domenica 11 maggio 2014 a Prato con la Da piazza a piazza, che sarà pure la terza prova del circuito IMA Scapin.

 

 

 

 

 

Ordine d'arrivo maschile

 

1CasagrandeFrancescoCicli Taddei02:41:57.61

2Arias CuervoDiego AlfonsoKtm Protek Torrevilla Mtb02:42:27.61

3CrisiRobertoAsd Kento Racing Team02:45:40.11

4RinaldiniRobertoTeam Scott Pasquini Stella Azzurra02:45:40.61

5Botero SalazarJhon JairoKtm Torrevilla Mtb02:48:03.12

6D'anneoAndreaKtm Torrevilla Mtb02:50:25.88

7PellegriniLorenzoTeam Maggi Off Road02:51:39.63

8BurziVegaCicli Taddei02:51:41.63

9TassiniSimoneCavallino - Specialized02:51:51.79

10Rincon RodriguezMarco AurelioScapin Factory Team02:52:58.38

11CelliniMarcoCicli Taddei02:53:34.88

12MorettiStefanoKtm Torrevilla Mtb02:55:46.88

13NocentiSauroCavallino - Specialized02:56:25.13

14PapaveriRenatoCavallino - Specialized02:56:26.23

15PoggialiRiccardoCavallino - Specialized02:56:41.63

 

Ordine d'arrivo femminile

 

1GaddoniElenaFRM Factory Racing Team Asd03:13:12.66

2FumagalliMaraKtm Protek Torrevilla Mtb03:22:50.93

3RinaldiPamelaAs Ciclissimo Bike03:30:20.45

4MonaldiniRobertaG.C. Santarcangiolese03:37:12.96

5ContiMoniaG.C. Santarcangiolese03:43:20.47

6MistrettaBeatriceCicli Taddei03:48:18.73

7Cerchie'EmanuelaFactory Team Battifolle03:53:32.24

8AmadoriValeriaCicli Taddei03:58:54.24

 

 

 

 

Elena Quagli  - domenica 04 maggio 2014

foto di: Pianetamountainbike.it

FONTE: http://www.pianetamountainbike.it/

Leggi tutto...

Balducci e Tuia firmano la Mare e Monti Civitavecchia

Due firme prestigiose lasciano il segno sulla seconda edizione della granfondo laziale; gara emozionante e buona cornice di pubblico presente

 

La seconda edizione della Granfondo Mare e Monti Civitavecchia non e’ stata una gara come tutte le altre: in primo luogo perche’ e’ stata una grande festa per tutta la citta’ litoranea, con una buona risposta di pubblico presente all’arrivo della corsa nonostante il forte vento freddo che non ha lasciato tregua per tutta la giornata. Ma la Granfondo Mare e Monti e’ stata anche una gara molto emozionante dal punto di vista prettamente agonistico, in quanto fino agli ultimi chilometri la situazione e’ stata molto incerta. Merito di un percorso esigente (45 km per 1400 metri di dislivello) e ricco di insidie (numerose sono state le forature che si sono verificate lungo tutto il tracciato) allestito al meglio dal Team Bike Civitavecchia, societa’ organizzatrice di questa gara valevole anche come terza tappa del prestigioso Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale.

361 iscritti per un totale di piu’ di 250 partenti si sono presentati di buon mattino a Civitavecchia. Dopo la partenza al Parco dell’Oliveto hanno preso il largo cinque uomini: Massimo Folcarelli (Drake Team Nw Sport), Mirco Balducci (Team Galluzzi Acqua & Sapone) e il terzetto della Race Mountain Professional Team composto da Emanuele Crisi, Eros Capati e Davide Di Marco. Nella seconda parte di gara, pero’, riesce a rientrare sui primi Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella), mentre Crisi perde terreno a causa di una foratura. La seconda edizione della Granfondo Mare e Monti Civitavecchia si risolve a circa cinque chilometri dal traguardo, quando Mirco Balducci lancia un attacco deciso e si presenta tutto solo al traguardo posto al Parco dell’Oliveto.
Alle sue spalle si presentano insieme Giovanni Gatti e Massimo Folcarelli, quest’ultimo vittima di una foratura: nello sprint a due Gatti ha la meglio.
Tra le donne, il successo e’ invece andato a Maria Adele Tuia (Footon-Servetto): l’elite laziale e’ stata davanti per tutta la gara e ha distanziato di parecchi minuti Mariangela Roncacci (Mtb Santa Marinella) e Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni).

“Stamattina sentivo di stare bene e credo di averlo dimostrato ampiamente - spiega Mirco Balducci, intervistato subito dopo il termine della gara - il percorso era molto esigente, non solo per l’altimetria ma anche per i tanti tratti tecnici che abbiamo dovuto affrontare. Bisognava pedalare con molta attenzione per evitare le forature: io sono riuscito a non incappare in nessuna di esse e dopo l’attacco finale sono riuscito a gestirmi. Faccio i miei complimenti agli organizzatori perche’ hanno allestito un percorso molto bello sotto tutti i punti di vista”.

“Sono davvero molto soddisfatta per come e’ andata questa gara - afferma una sorridente Maria Adele Tuia dopo il traguardo - la mountain bike e’ il mio terreno, ma non pensavo di andare cosi’ bene visto che da otto mesi non facevo un allenamento serio in questa disciplina, dato che corro su strada. Ho avuto la fortuna di pedalare su un percorso bellissimo, allestito al meglio da Vladimiro Tarallo e da Vanessa Casati. E’ stato un grande piacere tornare a correre nella gara da loro organizzata”.

L’Asd Team Bike Civitavecchia ringrazia gli sponsor Race Mountain, unico marchio produttore di biciclette del Lazio, l’azienda di abbigliamento Hicari, la ditta produttrice di integratori alimentari Pro Action e il Bar Pizzeria Le Terme, sponsor che hanno reso possibile la riuscita di questa manifestazione. Il ringraziamento e’ rivolto anche agli altri sponsor Rosati UtensiliIG FabbroFoschi Fabbro e Moto racing Tolfa oltre agli sponsor del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale Blue Advisory e Wd40.


Le foto sono di www.carpediemphoto.it 



Ordine d’arrivo Uomini:
1 - Mirco Balducci (Team Galluzzi Acqua & Sapone) 45 km in 1h 55’43”
2 - Massimo Folcarelli (Drake Team Nw Sport)
3 - Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini)
4 - Eros Capati (Race Mountain Professional Team)
5 - Davide Di Marco (Race Mountain Professional Team)


Ordine d’arrivo Donne:
1 - Maria Adele Tuia (Footon-Servetto) 45 km in 2h 17’40”
2 - Mariangela Roncacci (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini)
3 - Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni)


Categoria Open:
1 - Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella)
2 - Eros Capati (Race Mountain Professional Team)
3 - Davide Di Marco (Race Mountain Professional Team)


Classifica Juniores:
1 - Daniele Capati (Race Mountain professional team) 
2 - Daniele Panzarini (Drake Team Nw Sport)
3 - Matteo Torrioni (Mtb Tuscia Vittorio Bike)


Classifica Elite Master:
1 - Marco Tommasi (Centro Italia Bike Montanini)
2 - Leonardo Caracciolo (Centro Italia Bike Terni)
3 - Jeferson Luis Benato (Team B-Mad)


Classifica M1:
1 - Gianluca Casadidio (Etruskabike)
2 - Angelo Guiducci (Extreme Bike)
3 - Edoardo capotosti (Centro Italia Bike Montanini)


Classifica M2:
1 - Mirco Balducci (Team Galluzzi Acqua & Sapone)
2 - Vladimiro Tarallo (Team Bike Civitavecchia)
3 - Giovanni mercanti (Asd Fracala)


Classifica M3:
1 - Massimo Folcarelli (Drake Team Nw Sport)
2 - Luca Chiodi (Centro Italia Bike Montanini)
3 - Andrea Spinelli (Nw Sport Cicli Conte)


Classifica M4:
1 - Mauro Milani (Bicitime Racing Team)
2 - Gianni Panzarini (Drake Team Nw Sport)
3 - Enrico Sassara (Time Bike Centro Italia)


Classifica M5:
1 - Carlo Socciarelli (Centro Italia Bike Montanini)
2 - Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)
3 - Angelo Ciancarini (Team B-Mad)


Classifica M6:
1 - Stefano Sarti (La Base terni Bike Shop)
2 - Silvio Pornelluzzi (Asd Grams Bike)
3 - Luciano Quintarelli (Drake Team Nw Sport)


Classifica M7+:
1 - Marco Crescentini (Team Bike Civitavecchia)
2 - Gianni Battistelli (Centro Bici Team Terni)
3 - Mario Capoccia (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)


Classifica W1:
1 - Mariangela Ronacci (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini)
2 - Laura Sopranzi (Centro Bici Bike Terni)
3 - Annalisa D’Elisio (Asd Bike Store)


Classifica W2:
1 - Claudia Cantoni (Nw Sport Cicli Conte)


Classifica squadre:
1 - Team Bike Civitavecchia
2 - Cicli Montanini Alice Ceramica Frw
3 - Mtb Club Viterbo Asd



FONTE: Ufficio Stampa Team Bike Civitavecchia
Carlo Gugliotta

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

banner468x60 256

Loading
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3