Professionisti

Nacer Bouhanni vince la ^ Tappa italiana del Giro tra le polemiche

1^ Tappa in Italia e Tappa avvincente dal punto di visto tecnico ma piena di polemiche. 

La vera protagonista è stata la pioggia che ha reso viscido l' asfalto sin dalla partenza. La Tappa è stata neutralizzata a causa della pioggia per salvaguardare la sicurezza degli atleti in gara
Un Time-out chiesto proprio di corridori che in evidente difficoltà di equilibrio, di comunie accordo con la Direzione di Corsa, decidono di neutralizzare la tappa fino al circuito finale di Bari. Scelta questa a discapito dello spettacolo, ma giusta visto che siamo alla 4^ Tappa e che se fosse stata corsa vera, le cadute sarebbero state rovinose.
 
La mattinata era iniziata con la notizia dell' abbandano del protagonista e personaggio nuovo del ciclismo Mondiale, Marcel Kittel che a causa di una febbre ha abbandonato la carovana non tra le polemiche.
 
Poi il time - out sopra descritto che ha causato molte polemiche tra coloro che parteggiavano per la sicurezza per gli atleti e per il partito di quelli dello "Show musto go on".
La gara si anima nel circuito finale di Bari,  e protagonista assoluto, oltre la pioggia è stato Nacer Bouhanni, corridore francese di 23 anni, che vittima di un guasto meccanicanico a 9 Km dall' arrivo, aiutato dai compagni di squadra rientrava in gruppo,  risaliva fino alla testa del plotone, e poi da vero funabolo nell' ultimo km evitava le cadute e con un colpo di reni batteva nell' ordine Nizzolo e Veelers
 

1. Nacer Bouhanni (Fra, Fdj) in 2h22'06"

2. Giacomo Nizzolo (Ita, Trek) s.t.

3. Tom Veelers (Ned, Giant) s.t.

4. Roberto Ferrari (Ita) s.t.

5. Elia Viviani (Ita) s.t.

6. Matteo Montaguti (Ita) s.t.

7. Kenny De Haes (Bel) s.t.

8. Luka Mezgec (Slo) s.t.

9. Bert De Backer (Bel) s.t.

10. Francesco Chicchi (Ita) s.t.

 

 

 

 
Leggi tutto...

3° tappa Giro d’Italia: Marcel Kittel in volata taglia il traguardo davanti a Swift e Viviani

Oggi Giro ha preso il via da Armagh per l'ultima tappa irlandese, che ha visto i corridori a Dublino. In tutto187 km apparentemente privi di difficoltà, soprattutto nella seconda metà del percorso che si presentava quasi esclusivamente pianeggiante ma che non ha impedito almeno in due occasioni la caduta di alcuni corridori.

Sulla linea d’arrivo sorprendente taglio del traguardo di Marcel Kittel seguito da  Ben Swift ed Elia Viviani. Kittel che poche manciate di metri prima era solo 5° taglia il traguardo in volata in questa tappa irlandese .

Questo l’ordine d’arrivo

GIRO D'ITALIA
3/a tappa - Armagh-Dublino

1 - Marcel Kittel (GER-Giant)
2 - Ben Swift (GBR-Sky) s.t.
3 - Elia Viviani (ITA-Cannondale) s.t.
4 - Davide Appollonio (ITA-Ag2r) s.t.
5 - Nacer Bouhanni (FRA-FDJ) s.t.
6 - Edvald Boasson Hagen (NOR-Sky) s.t.
7 - Roberto Ferrari (ITA-Lampre) s.t.
8 - Edwin Avila (COL-Colombia) s.t.
9 - Giacomo Nizzolo (ITA-Trek) s.t.
10 - Tyler Farrar (USA-Garmin) s.t.

Leggi tutto...

Festa doppia per Tuft al Giro!

E’ la formazione australiana dell’Orica GreenEdge a vincere la cronometro a squadre di 21 km che si è appena conclusa a Belfast, in Irlanda. La prima maglia rosa è sulle spalle di Svein Tuft, corridore canadese che proprio oggi festeggia il suo trentasettesimo compleanno. La prima parte della serata è stata caratterizzata soprattutto dalla pioggia: nuvole minacciosissime hanno infatti accompagnato la Colombia e l’Orica GreenEdge, le prime due squadre al via.

Leggi tutto...

GREGA BOLE DAVANTI A REBELLIN: E’ FESTA PER LA VINI FANTINI - NIPPO - DE ROSA

Il Team della “Montagna Blu” non si ferma più e dopo la doppietta di Grosu al Carpathian Couriers Race torna al successo con il formidabile Grega Bole che brucia Davide Rebellin a Dzierzoniow.

La kermesse di ieri aveva fatto da ouverture ma oggi si è iniziato a fare sul serio allaSzlakiem Grodow Piastowskich e, come recita il noto proverbio, quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare… E così il talento del Team Vini Fantini - NIPPO - De Rosa Grega Bole ha fatto saltare il banco dominando la prima frazione e bruciando l’esperto Davide Rebellin sul traguardo di Dzierzoniow.“Un altro gran bel successo, a coronamento di una tappa dura che ha fatto selezione sul gruppo - commenta il Direttore Sportivo Stefano Giuliani - Grega nel finale è stato fantastico dominando la volata e vincendo nettamente. Oggi era importante vincere nella tappa regina, domani faremo il possibile per difendere la maglia anche se non sarà affatto semplice”.

 

La seconda perla personale di Grega Bole fa eco alla recente doppietta raccolta da Eduard Grosu nei Carpazi e regala al Team Vini Fantini - NIPPO - De Rosa il quinto successo stagionale.Domani, dunque, partenza in maglia da Leader della Classifica Generale e della Classifica a Punti per il talento del Team italo-giapponese pronto a stupire anche nei 162km in programma per la seconda tappa da Zlotoryja a Polkowice.Un’altra vittoria e sale a quota 5 il bottino stagionale del Team Vini Fantini - NIPPO - De Rosa: continua nel migliore dei modi la scalata della Montagna Blu.1^ TAPPA SZLAKIEM GRODOW PIASTOWSKICH (Swidnica - Dzierzoniow, 157km)
1. Grega Bole - Vini Fantini NIPPO De Rosa

2. Davide Rebellin - CCC Polsat
3. Josef Benetseder - Tirol Cycling Team

 

Leggi tutto...

Giuseppe Rivolta a Elleradio: "Il Giro Rosa festeggia i 25 anni con il record delle regioni attraversate"

di Carlo Gugliotta

 

Intervistato durante la trasmissione di Elleradio “Ultimo Chilometro”, il patron del Giro Rosa Giuseppe Rivolta non ha nascosto la sua soddisfazione per essere riuscito ad organizzare una corsa composta da 10 tappe: “Quest’anno festeggiamo i nostri 25 anni ed è un anniversario importante. “Il Giro di quest’anno mi piace particolarmente - spiega durante l’intervista - è il primo anno che la nostra corsa riesce a partire dal sud e ad arrivare al nord transitando per ben otto regioni. Partiremo da uno scenario favoloso come quello di Caserta, toccheremo tra le altre regioni anche la Romagna passando vicino al monumento di Marco Pantani. Non mancherà lo spettacolo sulle salite, in particolare con le tappe di l’Aprica, durante la quale non toccheremo però il Mortirolo, e le ultime due giornate saranno davvero difficilissime, soprattutto perché si arriverà dopo circa dieci giorni di corsa molto tirata. Le tappe sono tutte ricche di insidie, ma il finale sarà davvero molto impegnativo. Lo scorso anno abbiamo assistito ad una bellissima lotta tra Mara Abbott e Marianne Vos, credo che la rivedremo anche se le nostre azzurre cercheranno di mettersi in mostra. Ci saranno donne provenienti dai cinque continenti e questo per un organizzatore è un dato che porta grande soddisfazione”.

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

banner468x60 256

Loading
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3