Nella ruota della Tinkoff-Saxo : Peter Sagan, l’eterno secondo

Dopo il freddo arrivo al Plateau de Beille, il corridori del Tour de France hanno ritrovato la canicola a Rodez.

Ed anche se alcuni coraggiosi si sono lanciati in fuga, la tappa si è conclusa in volata. Una volata disputata in due, tra Greg Van Avermaet della BMC e Peter Sagan. Ma purtroppo, Peter ha di nuovo preso il secondo posto. A fine tappa, senza cercare scuse, ha riconosciuto che la sua strategia era sbagliata : "È colpa mia perché ho aspettato troppo, avrei dovuto continuare il mio sforzo. Ma tengo a ringraziare tutti i miei compagni per il lavoro che hanno fatto per me oggi. Ho preso punti per la maglia verde ma voglio davvero vincere una tappa, per la squadra, i miei compagni e me stesso".
Il capitano Alberto Contador resta fiducioso per il suo velocista : "Oggi fu una buona giornata per noi. Nel finale la squadra fatto un buon lavoro. Peter non ha vinto ma ha preso alcuni punti. Lotta dal primo giorno e lo spero, o meglio, sono sicuro che vincerà. Peter è incredibile e lavora anche duro per me". Sul suo proprio Tour, El Pistolero si vuole lucido : "Sarà difficile battere Froome. Ma dobbiamo vedere cosa succederà se anche le altre squadre attaccano. Però se aspettiamo l’ultima salita, sarà troppo difficile riprendere del tempo. Per ora devo recuperare di queste caldissime giornate ed andare avanti giorno dopo giorno. Poi vedrò cosa potranno fare le mie gambe nelle Alpe".

NATHALIE COLLETTE

Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3