Viviani è tricolore a Darfo

Di Pegurri Davide 

Elia Viviani conquista il titolo di campione italiano a Darfo Boario Terme.

Il ciclista si impone in una volata a tre sul duo della Bahrain Merida.Completano quindi il podio Giovanni Visconti e Domenico Pozzovivo, rispettivamente secondo e terzo. Per Elia Viviani quattordicesima vittoria stagionale.

La corsa – 233,8 km di corsa. Al via 151 ciclisti. Dopo una dozzina di chilometri tentano in quattro: Alessandro De Marchi (Bmc Racing Team), Jacopo Mosca (Wilier Triestina), Enrico Logica (Biesse Carrera Gavardo) e Andrea Garosio (D'Amico Utinsilnord). Poco dopo ai fuggitivi si aggrega anche Mirko Maestri (Bardiani Csf). Per loro massimo vantaggio di poco superiore ai quattro minuti. Al terzultimo passaggio sulla salita di Erbanno rimangono al comando da soli Mosca e De Marchi. Il tandem prova a insistere in questo tentativo da lontano ma senza prender mai consistenza. Nel corso del penultimo giro caduta per Enrico Gasparotto, uno dei possibili favoriti per la vittoria. Il gruppo, anche a causa della forte andatura e del vento, si sfilaccia. Da questo momento diventa una corsa ad eliminazione e molti perdono contatto. All’ultimo giro, in otto si avvantaggiano, pronti a giocare le proprie carte per la vittoria, tra loro anche Domenico Pozzovivo. Quando mancano 28 km alla testa della corsa si aggiungono altri sette uomini. A 14 km dal traguardo prova ad avvantaggiarsi Daniel Oss, ripreso pochi chilometri dopo, grazie ad un’azione di Elia Viviani. Assieme a loro si aggrega Domenico Pozzovivo. In conclusione strepitoso Viviani che resiste al forcing di Pozzovivo sullo strappo finale e si invola, nonostante il rientro di Giovanni Visconti, alla conquista del suo primo titolo italiano su strada tra i professionisti.

Il vincitore – Quattordicesima vittoria stagionale per il velocista della Quick Step Floors. Un trionfo che conferma l'evoluzione fisica e mentale del corridore veronese. Al termine della corsa proprio le sue parole fanno da eco a questa nuova dimensione raggiunta: “Dopo Rio ho acquisito più fiducia nelle mie capacità e finalmente le sto mostrando anche nelle volate e non solo”. “Un tricolore – continua Viviani commosso – che rappresenta forse la mia più grande emozione su strada. Sarà un grande onore indossare questa maglia in tutte le gare per un anno intero”.

Damiano Cunego e Filippo Pozzato – Damiano Cunego, ciclista classe '81, oggi ha vissuto il suo ultimo giorno da professionista. Il corridore veronese, vincitore del Giro d'Italia del 2004, ha scelto proprio la corsa tricolore per appendere la bici al chiodo e salutare il gruppo. Molto probabilmente lo rivedremo, con altri ruoli, certo di poter dare ancora qualcosa al ciclismo. Anche se non si ritira immediatamente, pure Filippo Pozzato ha preso il via per l'ultima volta a un campionato italiano professionisti. Il maestro infatti, dopo diciotto anni nella massima categoria, a fine stagione chiuderà la carriera. A loro due un riconoscimento speciale per le vittorie che hanno regalato a tutti gli appassionati.

Classifica finale:

  1. Elia Viviani (Quick Step Floors)

  2. Giovanni Visconti (Bahrain Merida)

  3. Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida)

  4. Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini)

  5. Daniel Oss (Bora Hansgrohe)

  6. Marco Canola (Nippo Vini Fantini)

  7. Alessandro De Marchi (Bmc)

  8. Oscar Gatto (Astana)

  9. Fabio Felline (Trek Segafredo)

  10. Davide Martinelli (Quick Step Floors)

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
http://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3