COMMENTOUR - SALITA, CRONOMETRO O PIANURA: WOUT C'E' SEMPRE

Avevamo bisogno di un'ulteriore conferma? Probabilmente no, ma vincere è sempre bello.

Wout Van Aert ha dimostrato di essere uno dei corridori più forti in gruppo, e con maggiore classe. Perchè se è vero che il record di successi in questa edizione (e non solo) ce l'ha Mark Cavendish, con 4 centri nel 2021, Van Aert è il corridore che ha vinto su tutti i terreni. Allo sprint, quest'oggi; a cronometro, ieri; in salita, e che salita, sulla doppia ascesa del Mont Ventoux.
Se Wout Van Aert fosse un calciatore, avrebbe sicuramente il numero 10 sulle spalle. Un fantasista, un atleta vecchia maniera. Uno che ti può risolvere una tappa da un momento all'altro, magari non con un colpo di genio ma dimostrando comunque una superiorità fuori dal comune. Van Aert non era al top della forma quando ha iniziato il Tour de France, ed è giusto così, visto che uno dei suoi obiettivi è quello dei Giochi Olimpici. Ma a questo punto direi che è il favorito numero uno non solo per la cronometro, anche per la prova in linea. Un corridore come lui è sempre favorito.
Da appassionato di ciclismo, ancor prima che da giornalista, spero solo che la Jumbo-Visma non voglia snaturare Van Aert. Vederlo diventare uomo di classifica significherebbe (probabilmente) fargli perdere l'estro che lo contraddistingue. Godiamoci Van Aert e le sue splendide vittorie.
Carlo Gugliotta

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3