COMMENTOUR - JAKOBSEN-GROENEWEGEN, ORA SI RIPARTE DA CAPO

A cura di Carlo Gugliotta

Se c’è una cosa che mi ha fatto davvero rabbrividire, nei mesi seguenti all’incidente tra Fabio Jakobsen e Dylan Groenewegen al Giro di Polonia 2020, riguarda le lettere anonime contenenti minacce di morte che Groenewegen ha trovato nella propria cassetta delle lettere.

In quei giorni così difficili la sua compagna era incinta, Dylan non poteva svolgere il proprio lavoro perchè squalificato e si ritrovava additato da quasi tutto il gruppo come unico colpevole di quel terribile incidente, dove Jakobsen ha rischiato di perdere la vita.
Chi vi scrive, si è sempre espresso con un’opinione che non viene condivisa molto, ma mi importa poco: a distanza di due anni, continuo a ribadire che Groenewegen quel giorno ha sicuramente sbagliato, ma è inammissibile che una corsa World Tour come il Tour de Pologne possa mettere un arrivo di tappa su una strada di fianco ad un fosso dove ci sono i binari della ferrovia. Ribadisco anche che le transenne dovrebbero contenere l’impatto, non di certo volare via come avvenuto nel momento in cui jakobsen è caduto, altrimenti troppi corridori avrebbero perso la vita fino ad oggi. Eppure, Groenewegen ha pagato il suo errore con una squalifica di 9 mesi, gli organizzatori del Giro di Polonia invece hanno potuto continuare ad organizzare la corsa senza che nessuno dall’UCI abbia mosso un dito contro di loro.
Scritto questo, mi auguro davvero che questa sia l’ultima volta in cui pensiamo a quel terribile incidente. I due non si sono mai riconciliati, è vero, ma sono problemi loro e la scelta può anche essere condivisibile, sotto un certo punto di vista: io credo che però adesso bisogna smettere di additare Groenewegen come “il cattivo”, “il colpevole”: adesso si riparte da zero. I loro nomi sono vicini nell’albo d’oro di questa edizione del Tour, a simboleggiare il fatto che ormai tutto deve essere considerato come acqua passata. Ora bisogna guardare al futuro, e questi due olandesi vogliono prendersi lo scettro di miglior velocista al mondo.

 

Photo profilo Facebook della squadra 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3