T°RED FACTORY RACING domina la Madison a Barcellona. Tra gli uomini vittoria di Lezica e Ruiz. Tra le donne Selva sul podio con la Olsen

Grande vittoria per la coppia Argentina di T°RED FACTORY RACING  Facundo Lezica e Iván Ruiz al GP Cataluna UCI di Barcellona, Selva Olsen splendido bronzo nella madison. Ruizi brilla nell'Omnium e chiude terzo per un soffio. 

MADISON UOMINI
La coppia argentina Facundo Lezica e Iván Ruiz, in rappresentanza della squadra (T°RED FACTORY RACING - Toot Reparto Corse), hanno vinto la Madison UCI che ha aperto il 18° Trofeo Internazionale Città di Barcellona Miquel Poblet Memorial. 
Quella catalana è ormai da anni l'unica prova spagnola del calendario internazionale UCI, da quest'anno con una partecipazione di ventitrè nazioni a meno di un mese dai Campionati del Mondo di Parigi.
In una gara che sembrava una sfida a due tra gli argentini Lezica-Ruiz e gli italiani Samuel Quaranta-Nicó Galli, non sono mancate le sorprese, frutto anche della velocità della pista in legno che ha ospitato le Olimpiadi del 1992 e della distanza di 160 giri "quasi" da Campionato del Mondo che ha messo in crisi da metà gara in poi molti atleti
La coppia italiana parte forte portandosi in testa nelle prime volate mentre gli argentini sembrano la seconda forza in pista con un Eric Martorell sempre in caccia con il compagno Romero. Ma dopo sessanta giri Lezica e Ruiz partono in caccia subito dopo lo sprint a punti e mettono in ginocchio il gruppo conquistando il giro e spezzando il gruppo. I due atleti di T°RED FACTORY RACING TOOT Reparto Corse continuano  a dare spettacolo vincendo volate e attaccando ancora fino a raggiungere quota 58 punti, contro i 23 della coppia irlandese/danese del team Spellman-Dublino Anders Fynbo-Andre Grenell che nel finale conquista il secondo gradino del podio per soli tre punti sulla coppia Pau Torrent- con il due volte Campione Europeo U23 Vlas Shichkin, 
Il resto delle coppie resta ad almeno due giri, compresi gli spagnoli Erik-Martorell-Jaime Romero, quarto con -6, e Xabier Mikel Azparren – Telmo Seperena, quinto con 23. Gli italiani partiti benissimo finiscono a tre giri
"E' stata una gara spettacolare" dice Facundo Lezica appena sceso di pista "lo avevamo detto in conferenza stampa stamattina, volevamo attaccare e vincere e sapevamo che era una gara lunga e difficile per tutti. Ho scelto di usare le nuove ruote trispoke perchè qui a Barcellona le velocità sono alte ma siamo all'aperto, il vento dà fastidio e negli attacchi volevo poter "guidare" bene la bici, è stata una scelta perfetta."

 

MADISON DONNE
Esordio in maglia T°RED FACTORY RACING - TOOT Reparto Corse per la campionessa nazionale dello scratch Amalie Winther Olsen che in coppia con Francesca Selva inizia un percorso che le porterà a fine gennaio alla Six Days Berlin con ambizioni importanti. 
Amalie, che nel 2023 farà parte del team track UCI con base a Montichiari, inizia un rodaggio con l'atleta veneziana che proseguirà alla Trois Jours d'Aigle e alla 4 Jours de Geneve proponendosi come una coppia stabile e sempre in crescita nelle madison internazionali. L'inedita accoppiata itali/danese è anche figlia di un percorso dedicato alla ottimizzazione delle prestazioni degli atleti insieme alle loro bici sviluppate intorno alle loro esigenze dai progettisti di TOOT Engineering che mettono a disposizione degli atleti a ogni gare nuove soluzioni tecniche e sviluppi basati sui test e sulle sensazioni degli atleti stessi. "Olsen, atleta giovane ma dalla grande esperienza su pista (due Coppe delle Nazioni quest'anno) ha una grande sensibilità sulla bici e esigenze fisiche - è alta un metro e ottante - molto diverse da Fracesca Selva" spiega Romolo Stanco "ha già dato importanti indicazioni per lo sviluppo della sua bici e per noi è fondamentale avere feeling diversi per sviluppare sempre soluzioni tecniche più raffinate". 
In gara Olsen e Selva partono apparentemente sottotono ma con i giri il loro affiatamento cresce e la coppia risale la classifica fino ad arrivare al podio conteso con la coppia Bepink Drummond/Basilico che guadagna il secondo posto lasciando la meritata vittoria alla nazionale svizzera con Seitz/Mettraux. 
"Sono contenta sia arrivato il podio" dice Francesca Selva "anche se ho ricominciato la preparazione da poco e non mi sento in condizione la madison mi esalta e con Amalie siamo cresciute durante tutta la gara, non credo che avremmo potuto fare meglio ma un podio su questa pista è un risultato eccellente"
"Siamo arrivate al podio e davanti a nazionali venute qui per vincere, sono alla seconda madison con Francesca e siamo al secondo podio" spiega Olsen a fine gara "sono molto contenta di entrare a far parte del team e ho capito che il lavoro non solo sulla preparazione fisica ma anche sul feeling con la bici può portare ottimi risultati. In Danimarca non esiste questa filosofia e sono emozionata e orgogliosa di portarla anche nel mio paese. Gli italiani e lo staff tecnico di T°RED è molto avanti in questo e credo che i risultati saranno sempre migliori nella stagione."

OMNIUM UOMINI
Dopo il dominio della coppia argentina T°RED FACTORY RACING - TOOT Reparto Corse Lezica Ruiz nell'Omnium del secondo giorno tutti corrono contro di loro. 
Lezica parte fortissimo e domina la scratch conquistando un giro e vincendo la volata finale mentre Ruiz parte in controllo e chiude al settimo posto. Il Campione nazionale francese Louis Pijourlet e Erik Martorell (5° nell Omnium del Campionato del Mondo 2021 a Roubaix) sembrano essere gli avversari più motivati che nella seconda prova si avvicinano a Lezica nella classifica generale. Ruiz ottiene sempre piazzamenti nei tre nella tempo race e nell'eliminazione e torna in lizza per la vittoria finale. La corsa a punti finale vede partire il campione nazionale francese in testa con due punti di vantaggio su Martorell e dieci su Ruiz ma la gara finale stravolge la classifica per gli attacchi di Ruiz, di Shichkin e di Xabier Mikel Azparren che sembra un altro corridore dopo la madison del giorno prima terminata con due giri di ritardo dalla coppia argentina. Lezica guadagna un giro e torna in corsa per la vittoria ma complice anche una discutibile visione della gara della giuria che penalizza l'italiano Ivan Quaranta e Ivan Ruiz che non vedono assegnato loro un giro guadagnato a inizio gara è il corridore spagnolo Euskaltel-Euskadi a conquistare di misura la vittoria su Shichkin e Ruiz. Quinto posto per Lezica. 
"Non sono contento del risultato ma in gara ho dato il massimo. Non voglio contestare la giuria e accetto il risultato anche se chi ha visto la gara forse è di un'opinione differente. Comunque il livello è stato molto alto, Facu e io abbiamo corso bene dopo una madison dominata e sapevo che avremmo avuto un po' tutti a controllarci. Va bene, correre così mi esalta e ho attaccato dal primo all'ultimo giro." dichiara Ivan Ruiz. 
"Ho sbagliato nell'eliminazione per un errore mio e ho perso troppi punti. L'omnium è spietato per questo, a volte puoi davvero essere il più forte in gara ma una prova sbagliata mette a rischio l'intera gara"   spiega Lezica che chiude quinto la generale "sono partito forte e al comando nelle prime due prove, devo rimproverarmi la distrazione nell'eliminazione altrimenti sul podio saremmo ancora in due del team. In ogni caso il Mondiale è vicino e ogni giorno sto meglio."
"Due giorni eccezionali quelli del trofeo Poblet a Barcellona" dice Erica MArson CEO di T°RED BIKES presente alla due giorni catalana "La pista Olimpica è un teatro spettacolare il livello altissimo e dopo la conferma delle qualifiche a Madison e Point race dei nostri ragazzi per i Campionati del Mondo ormai imminenti è fantastico vederli vincere e lottare. Con quattro atleti avevamo qui quattro diverse evoluzioni del THE FALCON e abbiamo acquisito molti dati che porteranno ai nostri tecnici informazioni preziose per migliorare ancora."

"Hanno vinto, si sentono bene, stanno bene in bici, danno spettacolo e si divertono" Romolo Stanco direttore di TOOT Engineering e team principal del Reparto Corse commenta così il risultato catalano "Con Facu e Ivan come con gli altri ragazzi del team il lavoro di sviluppo e i risultati sportivi vanno di pari passo. Facu ha deciso di portare in gara una coppia di ruote che stavamo sviluppando per il mondiale, abbiamo fatto molti test anche in galleria e la doppia trispoke Alien Tripod T sembra dare qualche vantaggio marginale interessante nella madison. Molti ragionano solo in funzione della performance aerodinamica assoluta ma ragionare su un bilanciamento di aerodinamica, meccanica e handling è fondamentale in discipline come questa. E la sensibilità di atleti world class aiuta nello sviluppo in modo sostanziale. Basti pensare che questa soluzione è in test su strada con l'ex pro Giairo Ermeti da quasi un anno e adesso la portiamo in pista e chissà magari al mondiale. Tra pochi giorni renderemo pubblica una nuova partnership molto importante e i risultati sono sempre più importanti e le ambizioni vanno di pari passo. Non smetteremo di essere fuori posto ci divertiamo troppo a farlo". 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3