Ivan Basso al lavoro per far diventare la Eolo-Kometa una squadra World Tour italiana

 

A cura di Carlo Gugliotta

La Eolo-Kometa di Ivan Basso e Alberto Contador potrebbe diventare l'unica formazione italiana nel World Tour, la massima categoria del ciclismo italiano. A farlo intendere è proprio l'ex corridore varesino, vincitore del Giro d'Italia 2006 e 2010, attraverso un post pubblicato sul proprio profilo Linkedin.

"Si parla tanto di World Tour italiane, si parla della mancanza di grosse squadre di casa nostra, si parla. Si parla molto. Guardiamo a cosa c’è, e non a cosa manca. E la nostra è una realtà che ha le gambe, la credibilità, la forza per crescere e diventare quella grande squadra italiana che tutti chiedono. Non manca molto, davvero. Serve uno sforzo da fare, da fare insieme".

In seguito all'addio di Vincenzo Nibali al ciclismo professionistico dopo Il Lombardia di sabato scorso, si è parlato a lungo nell'ambiente del fatto che senza una formazione italiana nella categoria World Tour, considerata la "serie A" del ciclismo, è difficile lanciare i talenti di casa nostra. Le ultime formazioni di casa nostra che hanno militato nella massima categoria mondiale sono state la Liquigas, formazione che tra l'altro ha visto come capitani proprio Vincenzo Nibali e Ivan Basso (che è stata in gruppo fino alla fine del 2012, per poi diventare Cannondale), e la Lampre, nella quale hanno corso campioni come Damiano Cunego, Michele Scarponi e molti altri. Proprio la Lampre è stato l'ultimo sponsor italiano a lasciare il World Tour per cedere il testimone all'attuale formazione della UAE Team Emirates.

Ad oggi, le formazioni italiane più importanti appartengono alla serie cadetta del ciclismo, la categoria Professional, all'interno della quale troviamo la Drone Hopper Androni Giocattoli, la Bardiani-CSF del campione d'Italia Filippo Zana e proprio la Eolo-Kometa, la formazione diretta da Ivan Basso e Alberto Contador. Difficile stabilire se l'UCI possa assegnare la licenza già nel 2023, è molto più probabile che il team possa tentare di chiedere la licenza World Tour solo nel 2024.

Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

banner468x60 256

Loading
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerOttaviani.BannerBottom2015gk-is-163.jpglink
https://bikelive.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/BannerBevilacqua.Logo-nuovo-BEVILACQUA50gk-is-163.jpglink

DIFFUSIONE CICLISMO

  • CHI SIAMO
  • SERVIZI
  • PREZZI
  • CONTATTI

Ultimo Km

Libero 6

Libero 2

Libero 3